+39 0472 855453

info@bachmannhof.it

Bildergalerie

Facebook

Luoghi di interesse

Convento di Sabiona a Chiusa

 

Convento dell’11° secolo troneggiante sopra la città, ancora oggi abitato da monache benedettine. Anche chiamato “Acropoli del Tirolo”, il monastero per la sua archeologia, storia e arte merita grande attenzione. Possono essere visitate la cappella della Madonna, la chiesa di S. Croce, la chiesa conventuale ogni giorno dalle ore 8 alle 17/18 e la chiesa della Nostra Signora da inizio luglio fino a fine settembre ogni martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 14 alle 17. Per gruppi è necessaria la prenotazione presso l'Associazione Turistica di Chiusa, tel. 0472 847 424

 

Castel Velturno

 

Il palazzo del XVI secolo funse fino al 1803 da residenza estiva dei principi vescovi di Bressanone. Oggi una particolare attrazione è rappresentata dai preziosi arredi rinascimentali (pannelli lignei, stufe e affreschi), la collezione d’opere d’arte risalenti ai secoli dello XV allo XX, acquistate o requisite dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali statale negli anni fra le due guerre e restituite all’Alto Adige nel 1990.

 

La miniera di Villandro

 

Nel medioevo la miniera di Villandro, locato sul monte Pfunderer, era una dei più importanti del Tirolo. Dopo la sospensione dell’ estrazione di minerali all’ inizio del 20° secolo la miniera cadeva nell’ oblio. Negli ultimi anni la miniera è stata rinnovata dall’ associazione culturale e museale di Villandro e dal 2002 può essere visitato dal pubblico.

 

www.bergwerk.it

 

 

Abbazia di Novacella

 

L’origine dei Canonici Regolari Agostiniani risale al periodo del papato di Urbano II (1088 – 1099) quando, su un testo ufficiale, si fa riferimento diretto alla “Regula Sancti Augustini” (Regola di S. Agostino). In linea generale la nascita di quest’ordine viene fatta risalire all’inizio del XII secolo.

 

La celebrazione solenne della liturgia, la preghiera corale e l’attività parrocchiale rappresentano le funzioni principali dei Canonici Regolari Agostiniani di Novacella; ancora oggi svolgono la loro attività pastorale in 22 parrocchie.

Le origini dell’Abbazia risalgono al 1142, periodo in cui il beato Artmanno, vescovo di Bressanone, decise di erigere a Novacella un monastero.

Bachmannhof - Schrambach 13, 39040 Feldthurns, P.IVA 01290690211
Copyright © 2013 created by fritzmedia.it